Concorso Corti

CONCORSO CORTOMETRAGGI
“MIGRANTI”

 

VINCITORE:

BANKO di Daniele Cappello

Motivazione giuria:

Per la sincerità, la ricerca poetica, la giusta semplicità. Con delicata consapevolezza ci ha ricordato “quando gli africani eravamo noi”. Affrontando con leggerezza il delicato tema dell’integrazione.

 

MENZIONE “TECNICA”:

DISNEYLAND di Marco Cervelli

Motivazione giuria:

Il richiamo all’immaginario americano e la citazione de “Il buio oltre la siepe” colgono l’attualità di tanti casi di cronaca italiana. Come i recenti “falsi” di stupro e aggressione sui treni.

 

 

CORTOMETRAGGI IN CONCORSO

 

BANKO (8′)
di Daniele Cappello

Banko (terra in lingua mandinga).
La terra è madre. Nutre tutti. Appartiene a tutti. Tutti possono percorrerla. Quattro storie di migrazione danno vita ad una nuova storia. Quattro persone che arrivano da paesi diversi che amano profondamente la loro terra, le loro radici. Terra madre, cibo, vita, integrazione, speranza, futuro, cammino…

 

DEL PROSSIMO ORIZZONTE (15′)
di Tomaso Mannoni

Notte fonda. Le luci di un’auto tagliano il buio. Un uomo arriva nei pressi di una spiaggia. Cerca qualcosa. Alcuni clandestini di chiara origine africana appena sbarcati si nascondono tra i cespugli. L’uomo è un trafficante di uomini che deve portare gli immigrati in una cava come manovalanza a basso costo. Tra di loro c’è una persona non prevista, il suo destino sarebbe segnato, ma…

 

DISNEYLAND (11′)
di Marco Cervelli

In una stanza per gli interrogatori un poliziotto e un criminale sono seduti ad un tavolo. Un efferato delitto è stato commesso, ma la verità, come spesso accade, è diversa da come appare.

 

HOLMALHIJRA (14′)
di Eros D’antona

L’opera racconta il viaggio, i sogni e le speranze di uomini e donne che dall’Africa e dall’Asia approdano in Europa alla ricerca di pace, libertà e benessere.

 

MARENOSTRUM (9′)
di Maryam Rahimi

Il film racconta, attraverso una serie di immagini suggestive interamente ambientate su una spaiggia della costa jonica lucana, la storia drammatica di una donna in fuga che, lasciandosi alle spalle un passato dolorosissimo troverà nel nostro paese pace e serenità.

 

SPOON RIVER A LAMPEDUSA (15′)
di Rosario Santella

La tragedia dei migranti nel Mediterraneo attraverso le parole di chi non ce l’ha fatta, tra partecipazione, indifferenza e cinismo della nostra società.

 

STANZA 8 (9′)
di Mattia Riccio

Stanza 8 è una storia di solidarietà e d’integrazione, che narra la vicenda di due coppie di diversa etnia, che “per caso” un giorno si ritrovano nella sala d’attesa di un ospedale a condividere l’angoscia e la sofferenza nell’attesa dell’operazione dei rispettivi figli…

 

 

GIURIA:
Tiziana Barillà (giornalista e scrittrice)
Antonio Casella (fonico)
Raffaella Cosentino (giornalista e regista)
Carlo Gallo (attore)
Lele Nucera (attore)